napolinews

fantacalcionapoli

fantacalcionapoli chi si vuole iscrivere al nuovo fantacalcio 2011 2012 

mandasse un email a mercatonapoli@live.it

oppure andate su facebook e aggiungeteci agli amici 'napoli calcio'

gratis!!

partecipate

http://fantacalciolive.oneminutesite.it/

MAGLIA NAPOLI 2011 - 2012

Il sito Napolimagazine.com ha svelato in anteprima la nuova maglia del Napoli 2012 grazie ad un abile operazione di un suo lettore, che tramite una semplice operazione, ha “bypassato” il sito ufficiale del Napoli svelando in anteprima quella che sarà la nuova casacca. La nuova maglia appare molto semplice e nel contempo elegante, con il colletto a polo, dei richiami bianchi su collo e bordini delle maniche. 

votate subito!!!

va bene il calciomercato del napoli?                         (Aperto)

 

votate subito!!!

 

qual\'e l\'acquisto migliore del napoli?      (Aperto)

 

votate!!!







 

 

CALCIONAPOLI

AGGIORNAMENTO LIVE!!!

Gazzetta - Mannini, oggi l'incontro per il trasferimento al Siena

Come riporta stamani La Gazzetta dello Sport, è in programma oggi un incontro tra i dirigenti del Napoli, quelli del Siena e Davide Lippi, agente di Daniele Mannini, per chiudere per il passaggio in bianconero dell'esterno toscano

Sky - Napoli, suggestione Pastore. Arrivo dell'argentino legato a un'illustre cessione...

Una suggestione di mercato, più che una vera e propria trattativa: Javier Pastore al Napoli. Secondo indiscrezioni raccolte da Sky Sport, durante la trasmissione Speciale Calciomercato, il calciatore ha chiesto informazioni sulla città partenopea ai suoi compagni nati alle pendici del Vesuvio. L'affare, riporta l'emittente satellitare, è realizzabile solo se Marek Hamsik lascerà la squadre azzurra, col Milan che segue sempre con particolare attenzione la vicenda.

2011-07-26

Le prime pagine del Corriere dello Sport e della Gazzetta dello Sport di oggi sono tutte per Marek Hamsik che conferma veementemente di voler restare a Napoli. "Hamsik, intervista a cuore aperto: 'Macchè Milan, resto a Napoli'" è il titolo del CDS, mentre la GDS titola così: "Hamsik cantaNapoli: 'Resto per sentire la musica della Champions dentro al San Paolo'" Ecco i principali passaggi delle dichiarazioni di Hamsik sulle rispettive prime pagine dei noti quotidiani sportivi.

CDS - "Non ho capito quelle voci, c'è cascato anche Mazzarri. Mai pensato di andare via", afferma stupito lo slovacco che si racconta: "Mio papà vendette l'auto per farmi fare il calciatore. I capelli? Mi imitano, è bello".

GDS - "Ringrazio Berlusconi per la promessa di non portarmi via da Napoli", afferma Hamsik. "Io non ho mai pensato di andarmene. De Laurentiis mi ha sempre difeso. Mazzarri è un grande motivatore".

2011-07-26


Inler è già intoccabile Dzemaili, che polmoni

Seduta pomeridiana tecnico-tattica per il Napoli nel ritiro di Dimaro. In mattinata Mazzarri ha fatto sudare i suoi prevalentemente su tattica ed esercitazioni al tiro. Non ha partecipato al lavoro pomeridiano con il resto dei compagni Giuseppe Mascara che questa mattina ha subito una botta al ginocchio destro. Domani in programma per il Napoli un'altra doppia seduta di allenamento.


Mazzarri sfida le grandi "Ma è questione di ingaggi"

DIMARO - Il simbolo del Napoli 2011-2012, la maschera da leone di Inler, è appesa in uno stand che accoglie il fiume di tifosi che arriva fino in Trentino per vedere la squadra che dai tempi di Maradona sta per tornare in Champions League. Hanno offerto anche mille euro, ma il simbolo non è in vendita e magari finirà in un'asta di beneficenza. Aurelio De Laurentiis, dopo aver investito ben 37 milioni in acquisti, cavalca la tigre, mentre Walter Mazzarri è così carico che sembra che il campionato debba cominciare stasera. Tra i due c'erano state pericolose scintille.
Come si lavora, Mazzarri, con questa pressione addosso?
"Non è un problema, è un'energia positiva. Per me che di pressioni vivo, Napoli è il massimo. Anche se l'anno sarà ovviamente difficilissimo. Spero si consideri quello che abbiamo fatto negli ultimi 2 anni, andando oltre le migliori aspettative. E' dura essere sempre straordinari, e vorrei anche avvertire che due anni così, l'ultimo col terzo posto e la conquista della Champions, non è proprio obbligatorio rifarli".

E col presidente come va adesso?
"Bene. Il rafforzamento è stato nei programmi, la rosa è nei parametri stabiliti dal presidente. Lui vuole giustamente che il Napoli cresca. Siamo d'accordo, vorremmo che nel tempo il Napoli si inserisca stabilmente al primo livello dei grandi club: Inter, Milan, Juve, Roma e così via. Ma attenzione, ci vuole tempo, lavoro, investimenti".


2011-07-26


calcionapoli news

Napoli | 26/07/2011 - 08:30

Calciomercato Napoli e Milan, Hamsik si toglie dal mercato

Il centrocampista slovacco conferma: "Con un'altra maglia non mi sarei rivisto quest'anno"

Napoli | 25/07/2011 - 18:51

Calciomercato Napoli: novita' sul fronte Trezeguet

Caliendo, agente dell'ex juventino, avverte gli azzurri: "Il pressing del Barcellona continua"

Napoli | 25/07/2011 - 14:11

Calciomercato Napoli e Udinese, Floro Flores sogna di tornare in azzurro

Il procuratore Paolo Palermo rivela che a giorni si incontrera' con il ds Bigon

Napoli | 25/07/2011 - 10:02

Calciomercato Napoli e Udinese, si lavora per Floro Flores

L'attaccante napoletano potrebbe arrivare alla corte di Mazzarri in prestito

Napoli | 24/07/2011 - 19:02

Calciomercato Napoli, Ruiz allontana il Barcellona

Il difensore spagnolo vuole restare in azzurro per dimostrare il suo valore anche nel campionato italiano

Napoli | 24/07/2011 - 14:23

Mercato Napoli, il Barcellona torna a pensare a Ruiz

Nella lista stilata da Guardiola per rafforzare la retroguardia blaugrana ci sarebbe anche il giovane azzurro

Napoli | 23/07/2011 - 15:37

Calciomercato Napoli, Milan e Inter, Reo-Coker verso il Bolton

Nonostante la corte di numerosi club di A, il centrocampista potrebbe accettare di restare in Premier League

Napoli | 23/07/2011 - 09:21

Mercato Napoli e Udinese, Floro Flores puo' tornare a casa

Il centravanti partenopeo potrebbe essere l'ultimo regalo di DeLaurentiis a Mazzarri

Napoli | 22/07/2011 - 23:48

Calciomercato Napoli: Douglas Costa per il dopo Lavezzi?

Il 20enne fantasista brasiliano in forza allo Shakhatar avrebbe una valutazione non superiore ai 20 milioni di euro (...)

Napoli | 22/07/2011 - 16:29

Alejandro Mazzoni su Lavezzi e incontro con Bigon

Il procuratore dell'attaccante argentino ha parlato in esclusiva a Calciomercato.it

Napoli | 22/07/2011 - 16:15

Mercato Napoli, Roma e Udinese, agente Ramirez: "Se partisse Lavezzi..."

Vincenzo D'Ippolito e' tornato a parlare del futuro del suo assistito in ottica partenopea

Napoli | 22/07/2011 - 16:02

Calciomercato Napoli, agente Gargano:"Rimarra' in azzurro. E' un guerriero"

Il procuratore del mediano uruguaiano smentisce qualsiasi voce di cessione del suo assistito

Napoli | 22/07/2011 - 14:48

Calciomercato Napoli, Mazzoni sul caso Lavezzi

Il manager dell'attaccante argentino parla della situazione che sta infiammando il mercato partenopeo

Napoli | 22/07/2011 - 12:41

Calciomercato Napoli, De Laurentiis su Lavezzi: "Il suo futuro dipende da lui"

Il presidente azzurro torna a parlare dell'attaccante argentino e della sua possibile partenza

Napoli | 22/07/2011 - 11:16

Fali Ramadani su Jovetic e Marin

Il procuratore dei due giovani calciatori intervistato, in esclusiva, da Calciomercato.it

Napoli | 22/07/2011 - 11:04

Mercato Napoli e Catania, Sosa vicino al Metalist

Il centrocampista argentino, corteggiato dai siciliani, vicino al trasferimento in Ucraina

Napoli | 22/07/2011 - 09:31

VIDEO - Calciomercato Napoli, c'e' Rondon nel mirino

Il possente centravanti del Venezuela, potrebbe rappresentare un ottimo investimento

Napoli | 22/07/2011 - 08:49

Calciomercato Napoli e Fiorentina, Jovetic erede di Lavezzi

Il Presidente De Laurentiis fa il nome del montenegrino per rimpiazzare il Pocho

Napoli | 22/07/2011 - 08:29

Mercato Napoli, Roma e Palermo: esclusivo le ultime su Pastore e Lavezzi...

C'e' chi da' per fatto l'accordo tra l'argentino e il club azzurro

Napoli | 22/07/2011 - 00:00

Mercato Napoli, esclusivo: retroscena sull'incontro Lavezzi-Bigon

Il giocatore ha ribadito la volonta' di cambiare maglia a breve giro di posta


calcionapoli napoli in champions league

napoli sogna, Udine quasi, Genova (sampdoriana) piange. E nemmeno Roma e Juventus sono troppo allegre. La 37esima giornata di Serie A ha già emesso i principali verdetti: gli azzurri di Mazzarri pareggiano 1-1 contro l'Inter ed è festa per tutti. Gli ex campioni d'Italia sono matematicamente secondi, il Napoli si assicura il terzo posto e la qualificazione diretta, senza preliminari, in Champions League. Il Ciuccio non partecipava alla massima competizione internazionale dal 1990, erano i tempi di Maradona.

 

Marek Hamsik compie 24 anni

 In Italia: Brescia

Le sue doti vengono subito notate all'estero ed è il Brescia la squadra più rapida ad aggiudicarsi il suo cartellino. L'acquisto del giovane centrocampista viene formalizzato nell'agosto del 2004 per la cifra di 60.000 euro.[13] Aggregato alla squadra Primavera della formazione lombarda, esordisce in Serie A in quella stessa stagione, nella partita a Verona contro il Chievo del 20 marzo 2005 (3-1 per i clivensi); dopo Miloš Glonek (Ancona) e Vratislav Greško (Inter e Parma) è il terzo calciatore slovacco a giocare nella massima serie italiana.[13]

Il Brescia retrocede in Serie B e nella stagione 2005-2006, fra i cadetti, gli offre la possibilità di mettersi maggiormente in mostra, facendogli totalizzare ventiquattro presenze. Realizza il suo primo gol "italiano" nella gara di Coppa Italia contro il Milan dell'11 gennaio 2006.[13]

Nella stagione successiva firma la sua prima rete in campionato su calcio di rigore, trasformato negli istanti finali dell'incontro casalingo contro il Treviso del 19 settembre 2006 (2-1 per i lombardi).[13] In questo torneo realizza complessivamente 10 reti in 40 partite, con 7 rigori.

 Il passaggio al Napoli

Il 28 giugno 2007 il Napoli acquista il giovane centrocampista slovacco per 5,5 milioni di euro.[14][15] Con il club partenopeo firma un contratto quinquennale e sceglie la maglia numero 17.[15]

Hamšík in azione con la maglia del Napoli

Schierato nel ruolo di interno sinistro nel 3-5-2 di Edoardo Reja, esordisce il 15 agosto 2007 nel match contro il Cesena, valido per il primo turno di Coppa Italia, in cui realizza anche il suo primo gol con la maglia partenopea.[16][17] Il 16 settembre 2007, in occasione di Napoli-Sampdoria, mette a segno la sua prima rete in Serie A, siglando la rete del definitivo 2-0 per i partenopei.[18] Il 20 gennaio 2008 in Napoli-Lazio firma la prima doppietta in carriera, decisiva nel 2-2 finale al San Paolo.[19] Il 12 aprile 2008 rinnova il contratto con il Napoli fino al 2013, mentre l'11 maggio 2008, aprendo le marcature nel match casalingo contro il Milan (3-1 il risultato finale), diventa capocannoniere stagionale del club azzurro con nove reti, senza calciare rigori.[20]

Il 26 luglio 2008 segna la sua prima rete europea, contro i greci del Panionios, nell'Intertoto: con la soppressione del torneo a partire dal 2009, resterà l'ultima realizzata in Intertoto da una squadra italiana.

Il campionato 2008-2009 inizia sotto i migliori auspici: nelle prime 6 presenze mette a segno ben 4 reti, tutte su azione.[21] Il 19 gennaio 2009 riceve l'Oscar del calcio AIC come miglior giovane vincendo la concorrenza di Sebastian Giovinco e Mario Balotelli,[22] primo straniero in assoluto.[15] L'8 febbraio 2009, nel match in trasferta contro il Palermo, firma la sua nona rete in campionato, eguagliando così il bottino realizzativo del precedente campionato. Questa rete resterà l'ultima del suo campionato, ma i nove gol realizzati sono sufficienti a farne il capocannoniere del Napoli per il secondo anno consecutivo. Realizza anche una rete in Coppa Italia contro la Salernitana e un'altra nel preliminare di Coppa UEFA contro il Vllaznia, per un totale di 12 gol stagionali.

Grazie alle sue prestazioni, viene inserito nella lista dei 50 giovani più promettenti al mondo stilata dal britannico Times, risultando al 12º posto.[23]

Nel torneo 2009-2010 realizza 3 gol nelle prime tre partite, tutti su azione, rispettivamente contro Palermo, Livorno e Genoa. Il 27 settembre 2009, nel match interno contro il Siena, mette a segno la sua seconda doppietta in Serie A, decisiva ai fini del risultato (2-1).[24] Il nuovo allenatore azzurro Walter Mazzarri, ingaggiato in luogo di Roberto Donadoni, avanza il suo raggio d'azione: da interno sinistro del 3-5-2, lo schiera al fianco di Ezequiel Lavezzi alle spalle della prima punta nel suo 3-4-2-1. Il 31 ottobre 2009 firma un'altra doppietta in casa della Juventus, decisiva nella vittoria del Napoli per 3-2; prima accorcia le distanze sul 2-1, quindi realizza il gol del definitivo 2-3 che regala ai partenopei un successo che mancava da 21 anni.[25]

Hamšík in Europa League con la maglia del Napoli

L'UEFA lo inserisce tra i candidati per la Squadra dell'Anno UEFA 2009 per il ruolo di centrocampista destro.[26] Festeggia la 100a partita in maglia azzurra in Napoli-Sampdoria (1-0) del 10 gennaio 2010.[27] Torna al gol il 28 febbraio 2010 siglando su rigore il gol del definitivo 2-2 contro la Roma, raggiungendo quota 9 reti ed eguagliando il bottino realizzativo dei due precedenti campionati;[28] il giorno successivo, per la prima volta in carriera, viene eletto calciatore slovacco dell'anno per il 2009.[29]

Il 13 marzo 2010, nella gara contro la Fiorentina, indossa per la prima volta la fascia di capitano: a 22 anni e 229 giorni diventa così il più giovane capitano della storia azzurra, superando il precedente primato di Antonio Juliano.[30] Il 25 marzo successivo, nella gara contro la Juventus al San Paolo (3-1), festeggia la 100a partita in Serie A siglando il gol del momentaneo 1-1 e fissando il suo nuovo record di realizzazioni in massima serie (10).[31] In seguito ritocca ulteriormente il record, firmando complessivamente 12 gol in 37 partite che gli conferiscono il titolo di capocannoniere della squadra partenopea per il terzo anno consecutivo; l'ultimo calciatore a laurearsi capocannoniere azzurro per almeno tre stagioni di seguito era stato Diego Armando Maradona, massimo cannoniere partenopeo per quattro stagioni consecutive (1984-1988).[32]

Nel campionato successivo, confermato nel tridente azzurro con Ezequiel Lavezzi e il nuovo acquisto Edinson Cavani, firma la prima realizzazione il 19 settembre 2010 nella trasferta di Genova con la Sampdoria (2-1 per i partenopei), siglando la rete del momentaneo 1-1.[33] Qualche giorno dopo, il 23 settembre, prolunga il contratto con il Napoli fino al 2015.[34] Il 30 settembre realizza il suo primo gol stagionale in Europa League contro lo Steaua Bucarest nella partita della fase a gironi pareggiata 3-3 in Romania.[35] Il 21 novembre realizza la sua quarta doppietta in Serie A, la prima della stagione, contro il Bologna nella partita vinta 4-1 al San Paolo.[36] Il 28 marzo 2011 viene nominato per la seconda volta consecutiva calciatore slovacco dell'anno per il 2010.[37][38] Confermando una certa continuità in fase realizzativa, in campionato realizza 11 reti (13 stagionali comprese le coppe, record personale), vice-capocannoniere azzurro dopo Cavani e protagonista decisivo nella qualificazione diretta in Champions League.[39].

[modifica] Nazionale

Hamšík con la maglia della Nazionale slovacca

Hamšík esordisce nella selezione Under-17 della Slovacchia il 7 ottobre 2003 nella partita contro i pari età delle Isole Fær Øer, giocata a Prešov e valida per le qualificazioni al Campionato europeo di calcio Under-17 del 2003.[40] Colleziona 6 presenze e 3 reti, quindi nei due anni successivi debutta sia nell'Under-19 che nell'Under-21.[40][41]

A soli diciannove anni, il 7 febbraio 2007, esordisce nella Nazionale maggiore slovacca in un'amichevole disputata contro la Polonia a Jerez de la Frontera e pareggiata per 2-2.[41] Nel gruppo dei convocati fissi a partire dall'estate del 2007, mette a segno il suo primo gol il 13 ottobre 2007 aprendo le marcature nel match contro San Marino, valido per le qualificazioni all'Europeo 2008. Il 19 novembre 2008 realizza la sua prima doppietta nell'amichevole contro il Liechtenstein.[42]

Il 14 ottobre 2009 indossa la fascia di capitano nel match esterno contro la Polonia (0-1 il risultato finale), che regala alla Slovacchia la prima qualificazione della sua storia alla fase finale di un Mondiale.[43] Nel dicembre successivo viene ufficialmente designato capitano della Nazionale dal CT Vladimír Weiss.[44]

Tra i 23 convocati per il Mondiale 2010 in Sudafrica, debutta nella massima competizione internazionale il 15 giugno 2010 nella prima partita della fase a gironi contro la Nuova Zelanda (1-1).[45] Gioca anche le altre due partite del Gruppo F, tra la cui decisiva vittoria contro l'Italia (3-2) - in cui serve l'assist per il momentaneo 2-0[46] - e, quindi, l'ottavo di finale contro l'Olanda (1-2), ultimo atto della prima esperienza della nazionale mitteleuropea in Coppa del Mondo.[47]

 

calcionapoli napoli la storia del napoli

Nella città del golfo la stampa inizia a parlare di football nel 1896, sorgono numerose squadre dai toni minori finchè non sorge il"Naples Cricket and Football Club" fondato dall'inglese Potts e dall'ingegnere Ernesto Bruschini. Il Naples che indossava una casacca a strisce blu e celesti dimostrò di essere molto forte tanto che battè perfino l'equipaggio di una nave inglese, l'Arabik, che aveva battuto pochi giorni prima il formidabile Genoa. Nel 1911 da una sua costola nacque la "Unione sportiva Internazionale" che coi suoi stranieri Reichlin e Barbato batte continuamente il Naples finchè l'uragano di guerra non travolge anche le attività sportive. Nel dopoguerra il calcio campano stenta a riprendersi finchè nel 1922 c'é la fusione tra i due maggiori club della città: nasce così l' "Internaples" che ha come presidente Giorgio Ascarelli, industriale ebreo che rafforza subito la squadra acquistando Carcano e lanciando Sallustro allora giovanissimo. Ascarelli muta il nome della squadra in Associazione Calcio Napoli, tuttavia il nome non porta fortuna tant'é che la squadra ottiene un solo punto in campionato! Intanto si vara il campionato a girone unico con 18 squadre e la squadra con allenatore Willy Garbutt e con l'esplosione di Sallustro, divenuto ormai un idolo, racimola due 3 posti consecutivi. L'esordio in Europa avviene nel 1934 in coppa Europa contro gli austriaci dell'Admira dove però la squadra perde clamorosamente 0-5 nella partita di spareggio. Inizia un periodo di declino che coincide con l'addio dell'allenatore Garbutt e l'avvento alla presidenza dell'armatore sorrentino Achille Lauro che fino alla guerra otterrà risultati modesti fino alla retrocessione del '41-42 tanto da indurre Lauro a lasciare. Dopo l'interruzione per la guerra, il campionato riprende nel '45 e il Napoli si classifica al 5° posto dietro agli squadroni del Nord e al grande Torino che avrebbe vinto ben 5 scudetti consecutivi. Nonostante discreti acquisti come il portiere Sentimenti, il Napoli stenta e ripiomba in serie B per presunto tentetivo di corruzione nella partita vittoriosa contro il Bologna. Il Napoli con Eraldo Monzeglio in panchina risale subito in A con un bel primo posto mentre Scuotto in qualità di assessore allo sport annuncia la costruzione di uno stadio a Fuorigrotta per il costo di 100.000 lire.